Pecchia: «A Bari nessun calcolo, il Verona deve correre veloce e basta» / VIDEO

21/Aprile/2017 - 13:00



Peschiera - Le principali dichiarazioni dell'allenatore gialloblù Fabio Pecchia, rilasciate in vista di Bari-Hellas Verona, 37a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17.

A BARI CON PERSONALITÀ, VOGLIA ED ENTUSIASMO
«La trasferta di Bari? Mi aspetto una bella partita, stimolante, contro una squadra forte e costruita per vincere il campionato. Noi pensiamo solo al rettangolo di gioco, è lì che si farà la gara, tutto il resto non ci interessa. In casa il Bari non perde da settembre, ha numeri importanti al ‘San Nicola’ e non importa se stanno faticando fuori casa. Ad ogni modo, ogni gara va giocata con voglia e ci vorranno grandissima personalità ed entusiasmo. Dobbiamo aggiungere concretezza, palleggio, entusiasmo, ad ogni partita. Manca sempre meno alla fine, per vincere bisogna crescere continuamente». 

VERSO IL FINALE, DOBBIAMO CORRERE VELOCI
«Guardiamo solo a noi stessi, a fare più punti possibili. Quando saremo a maggio tireremo le somme, 18 punti a disposizione sono tanti. In classifica c’è molto equilibrio, in tutte le zone. La SPAL ora ha un margine importante da gestire, per noi non è così, non possiamo fare calcoli. Ogni partita sarà quindi determinante, ma non in maniera definitiva. Per inseguire bisogna correre più veloci degli altri, pensiamo solo a preparare la gara nel migliore dei modi, volendo esaltare le nostre caratteristiche e le nostre qualità, giocando sempre per vincere». 

FRANCO, TORNERAI PIÙ FORTE DI PRIMA
«Dispiace perdere Franco, sia a livello professionale che umano. Ha avuto una carriera travagliata, ma è sempre tornato e saprà farlo anche stavolta, più forte di prima. L’infermeria? Siamo usciti un po’ malconci dalla gara contro il Cittadella, ma oggi Caracciolo e Bruno Zuculini si sono allenati con la squadra e saranno con noi a Bari. Faccio le mie scelte osservando le condizioni fisiche e psicologiche di tutti i miei calciatori, da qui alla fine ci sarà bisogno di tutti. Sono contento di vedere i miei ragazzi in crescita, una squadra complessivamente in salute. Pisano non è nelle migliori condizioni, è un giocatore da avere al 100%, ha avuto un piccolo risentimento, nulla di grave, penso sarà nuovamente dei nostri quanto prima».

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte hellasverona.it