B. Zuculini: «Hellas, scelta di vita. Voglio lottare per questi colori» / VIDEO

17/Luglio/2017 - 16:00



 

Mezzano di Primiero (Trento) - Le principali dichiarazioni del nuovo centrocampista gialloblù Bruno Zuculini, rilasciate durante la conferenza stampa di presentazione.

IL VERONA, QUELLO CHE VOLEVO
«A gennaio sono arrivato all'Hellas. Ho trovato una squadra forte, e volevo aiutarla a tornare in Serie A. Ci siamo riusciti, e già nella notte di Cesena ho chiamato il mio procuratore per dirgli che volevo restare qui, per giocare in A con questa maglia. Ringrazio tutti, dal presidente al direttore sportivo al mister. Manchester City? In Inghilterra ho imparato moltissimo, è un club di altissimo livello ed è stato un piacere farne parte, ma ora voglio restare qui più a lungo possibile per aiutare il Verona a restare in Serie A. E' una nuova vita per me, questa: Verona piace moltissimo a me e alla mia famiglia. Ho pensato più alla mia carriera sportiva che al guadagno, quattro anni in gialloblù sono una scelta importante».

L'HELLAS CHE STA NASCENDO
«La salvezza è il primo obiettivo, ho visto i nuovi arrivi e sono contento perché abbiamo uno spogliatoio forte. Penso solo alla prima partita, se continuiamo così possiamo fare un buon campionato secondo me. Il mercato? Si sta formando un bel gruppo, Verde, Cassano e Cerci sono calciatori importanti, parliamo tra di noi di essere uniti e compatti, manca molto al campionato ma siamo tutti consapevoli di ciò che dobbiamo fare. Il pubblico? Mi piace giocare con tifosi caldi come quelli del Verona, che ci seguono in tantissimi anche qui in ritiro, l'ambiente è fondamentale per fare una buona stagione».

CHE CALCIATORE SONO
«Mi piace stare attento all'alimentazione, che ho imparato a curare molto. Ma soprattutto cerco di dare sempre il massimo in allenamento, dal quale deriva una buona prestazione durante la partita. Ho ancora molto da imparare e da migliorare, gestendomi al meglio e seguendo le indicazioni del mister, dentro e fuori dal campo. Ho tanta voglia di farlo, voglio diventare un calciatore completo. La mia posizione in campo? Mi piace giocare dietro alla palla, correre, dare una mano aggiuntiva alla difesa. Ognuno ha il proprio ruolo, a me piace rincorrere per recuperare palloni. Franco? Parlo ogni giorno con mio fratello, si sente molto meglio, speriamo di averlo con noi tra qualche mese. Sarà il medico a decidere quando, ma vogliamo molto averlo con noi. In campo siamo "solo" due compagni che vogliono fare grande il Verona, due professionisti».

 

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte hellasverona.it